Allenamento al femminile, qual è il problema?

La palestra, nel mondo dell’allenamento al femminile, viene spesso associata a immagini di donne bodybuilder, con fisici molto tonici e cosiddetti “mascolini”.

In generale, esistono tanti pregiudizi e stereotipi sbagliati che gravitano al mondo dell’allenamento al femminile.

Spesso sono le donne stesse a pensare di dover fare solo attività aerobiche per dimagrire.

Questo, talvolta, anche a causa di influencer che sui social si improvvisano personal trainer, senza averne alcuna competenza.

Per questo motivo è molto importante affidarsi sempre a professionisti del settore in grado di consigliare l’allenamento giusto per il proprio stato fisico e i propri obiettivi.

Ma quali sono i miti da sfatare sull’allenamento al femminile?

1) Sollevare pesi fa diventare troppo muscolose

Una delle paure principali delle donne che si iscrivono in palestra è quella di diventare troppo muscolose utilizzando i pesi.

L’anatomia ci dice che le donne producono circa il 10% del testosterone prodotto dall’uomo. Solo questo dato dovrebbe farci comprendere che, in generale, per una donna è molto più complicato aumentare la massa e il volume muscolare.

2) Dimagrimento localizzato

Spesso si sente parlare di allenamento mirato per le aree del corpo in cui si accumula il grasso.

Quindi viene commesso il classico errore di eseguire un numero esorbitante di volte lo stesso esercizio nella convinzione di far dimagrire quella parte specifica del corpo.

Concentrarsi solo ed esclusivamente su una zona non serve a nulla e anzi, può esporre il nostro corpo ad un rischio maggiore di infortunio.

3) L’allenamento cardio fa dimagrire

Il dimagrimento e la perdita di peso sono dettati dal bilancio calorico giornaliero.

Quindi, da un lato l’allenamento è molto importante perché permette di bruciare molte calorie e rafforza l’attività cardiaca aumentando la vascolarizzazione. Dall’altro però anche l’allenamento con i pesi è molto utile al dimagrimento e alla tonificazione.

Spesso infatti, la soluzione più adatta è proprio una combinazione bilanciata di queste due attività.

4) La scheda di allenamento va bene per tutte

Gli allenamenti devono essere costruiti sulla base delle caratteristiche fisiche e prestazionali di ciascun individuo.

È perciò molto importante affidarsi a esperti del settore, in grado di analizzare ciascun soggetto e proporre la scheda di allenamento più appropriata.

Utilizzare la stessa scheda della nostra amica di palestra senza prima essersi confrontata con un personal trainer è un grandissimo sbaglio!

5) NO al carboidrato!

Sfatiamo questo mito: una dieta senza carboidrati non fa dimagrire!

In una dieta sana e bilanciata non possono mancare i carboidrati, specialmente se si svolge attività fisica. I carboidrati infatti, dovrebbero rappresentare un’alta percentuale della nostra alimentazione giornaliera (circa il 40/50%).

Essi sono una fonte fondamentale di nutrimento per le nostre fibre muscolari e sono ricchi di vitamine e di glucosio che fanno bene al nostro sistema nervoso.

I carboidrati quindi, come tutti gli altri alimenti, sono da inserire assolutamente nella propria alimentazione quotidiana!